Cronaca / Sanità

Commenta Stampa

E' guarita la 18enne trasferita al Cotugno dal Monaldi

Influenza A: 2 i casi gravi in rianimazione in Campania


Influenza A: 2 i casi gravi in rianimazione in Campania
03/11/2009, 20:11

NAPOLI – Altre due persone, positive al virus A H1N1, sono attualmente ricoverate in gravi condizioni nelle Rianimazioni dell'ospedale Cotugno di Napoli e del Moscati di Avellino. E' invece guarita la diciottenne ricoverata nei giorni scorsi all'ospedale Monaldi e poi trasferita al Cotugno per complicanze; la ragazza, che non soffre di altre patologie, è ritornata all'ospedale Monaldi in osservazione.

Nella Rianimazione dell'ospedale Moscati si trova una donna di 49 anni, già ricoverata dalla scorsa settimana; la donna, positiva al virus della 'nuova influenza', soffre anche di obesità e patologie cardiache preesistenti. La persona ricoverata al Cotugno è invece un 52enne proveniente dall'osepdale di Vico Equense, lo stesso dove era stata inizialmente ricoverata Serafina Buonocore, la 42enne deceduta ieri; in totale i pazienti in rianimazione sono 6, su un totale di 52 persone ricoverate con sintomi della 'suina'. .

All'ospedale pediatrico Santobono ci sono 20 bambini ricoverati con sintomi di virus A, ma i casi accertati sono soltanto 11, mentre per gli altri sono in corso le analisi specifiche; nessuno dei bambini, comunque, è in gravi condizioni. All'ospedale Monaldi, infine, ci sono 5-6 casi, ma nessuno di loro è stato ricoverato nel reparto di Rianimazione.

L'ultimo decesso legato all'influenza A è stato quello di Fernando Lettieri, 37 anni, morto la notte scorsa a Salerno; l'uomo, positivo al virus, soffriva comunque di diverse patologie ed è morto per una polmonite bilaterale. Era da anni in dialisi e nel 2007 aveva subìto un trapianto di rene. Con Lettieri sono saliti a 18 i decessi in Italia di persone positive al virus (quasi tutte con un quadro clinico comunque già molto grave), mentre le vittime in Campania sono 9.

Commenta Stampa
di Nico Falco
Riproduzione riservata ©