Cronaca / Sanità

Commenta Stampa

E già sono in cantiere altri prodotti 'artigianali'...

Influenza A: Amuchina a ruba, farmacista la produce in proprio


Influenza A: Amuchina a ruba, farmacista la produce in proprio
24/09/2009, 19:09

Da settimane e' ormai introvabile, ma un farmacista di Caserta si e' inventato una soluzione artigianale per soddisfare le tante richieste dei suoi clienti. L'amuchina gel, sparita dagli scaffali delle farmacie a causa della psicosi da influenza A, e' tornata a fare capolino nel negozio di Lucio Pizzuti, farmacista di Caserta, che nel suo retrobottega prepara artigianalmente la soluzione igienizzante. ''Il procedimento e' semplice - spiega Pizzuti - Metto un gel chimico a base idrofila in un contenitore e poi aggiungo gocce di olio essenziale di limone e di olio di geranio. Alla fine aggiungo l'alcol etilico e infine un po' d'acqua per non rendere il composto troppo denso''. Il risultato e' quasi identico al prodotto originale, solo un pochino piu' denso. Pizzuti spiega che il gel ha il duplice scopo di creare una pellicola protettiva che previene i contagi e allo stesso tempo ammorbidisce la pelle delle mani. L'olio essenziale di geranio tiene lontane le zanzare, mentre la parte igienizzante la fa l'acido citrico contenuto nell'olio di limone. ''Gli elementi del composto sono gli stessi del prodotto originale - ha detto Pizzuti - cambia solo la concentrazione. Il mio gel infatti e' leggermente piu' denso''. Le bottigliette di plastica contengono 50, 60 o 120 millilitri di gel e in un giorno Pizzuti riesce a prepararne fino a 50 confezioni. L'idea e' di un paio di settimane fa, ma ne sono andate a ruba gia' 200 boccettine. ''Si e' sparsa la voce, la gente si e' trovata bene e torna per chiedermene ancora - ha detto Pizzuti - Adesso sto pensando anche ad altri prodotti come creme, lozioni o spray''. Un vero farmacista d'altri tempi. La 'bottega' di Pizzuti si trova nel cuore del centro storico di Caserta, a due passi dalla cattedrale. E' la farmacia piu' antica di Terra di lavoro, voluta nel 1796 da re Ferdinando IV di Borbone e sugli scaffali ci sono ancora i vasi che contenevano le sanguisughe per i salassi. ''Quando preparo il gel la farmacia si pervade di un bellissimo profumo di limone - ha raccontato Pizzuti - Bisogna guardarsi indietro e recuperare soluzioni d'altri tempi per dare ai clienti la possibilita' di scegliere''.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©