Cronaca / Sanità

Commenta Stampa

Influenza A: Psicosi a Castellammare, Sicignano interroga il Sindaco


Influenza A: Psicosi a Castellammare, Sicignano interroga il Sindaco
04/11/2009, 08:11


CASTELLAMMARE - Anche nella città delle acque è oramai psicosi da Influenza A. A lanciare l'allarme è Antonio Sicignano, consigliere comunale del Pdl e vicepresidente dei Circoli della Libertà della Campania, che nella giornata odierna ha presentato una interrogazione consiliare al Sindaco della città delle acque. “Ho ricevuto negli ultimi due giorni – spiega Sicignano - tantissime telefonate ed email da parte di cittadini preoccupati a cause di tutte queste notizie di cronaca relative ad alcuni decessi prodotti presumibilmente dall'influenza A – H1 N1. Trovo questi allarmismi – continua Sicignano - tremendamente esagerati, anche in considerazione dell'importante attività che sta ponendo in essere, nelle ultime ore, il Governo nazionale. Si tratta di una influenza comune a tante altre, che è stata contratta anche alcuni miei conoscenti. I quali non hanno subito conseguenze di alcun tipo”. Anche se, a sentire Sicignano, l'unico motivo per cui preoccuparsi sono gli elevati costi delle medicine antivirali. “L'unica cosa per cui vale la pena di attivarsi – aggiunge – è l'elevato costo delle medicine antivirali. Il famoso Tamiflu, ad esempio, costa circa 37 euro e ogni confezione presenta solo 10 capsule. In sostanza, nel caso in cui è contagiata una intera famiglia, necessitano almeno 4 confezioni”. Aggiunge Sicignano: “per questo motivo ho presentato una interrogazione al Sindaco, per sapere se, nelle rispettive competenze comunali, è stata intrapresa una campagna informativa al fine di evitare che la pubblica opinione possa essere presa da isteria collettiva, a causa delle notizie provenienti dai mass-media.”. Ed ancora chiede Sicignano: “quali iniziative sono state adottate al fine di evitare che nei specifici settori di competenza comunale sia favorita la diffusione del virus e se ritiene opportuno munire, con mascherine protettive e gel igienizzate, tutti i dipendenti comunali, maestre, studenti e altre categorie espose al virus; E se ritiene opportuno istituire un fondo dedicato alle categorie bisognose, al fine di agevolare l'acquisto di medicinali antivirali”. Conclude Sicignano: “chiederò ad alcuni parlamentari di presentare una interrogazione al Ministero della Salute, affinché si intervenga sull'elevato costo degli antivirali”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©