Cronaca / Sanità

Commenta Stampa

Ancora cinque vittime, soffrivano di altre patologie

Influenza A: si allunga la lista dei morti


Influenza A: si allunga la lista dei morti
17/11/2009, 19:11

Sale il bilancio delle vittime dell’influenza A/H1N1.
E’ deceduta una donna di 76anni all’ospedale di Città di Castello, in provincia di Perugia. Oggi i risultati del test hanno confermato che la donna aveva contratto il virus. Ad ufficializzare la notizia è stata la direzione sanitaria del presidio ospedaliero Alto Tevere. I sanitari hanno chiarito che la donna, ricoverata d’urgenza lo scorso 2 novembre, è morta per una grave interstiziopatia polmonare. Venerdì scorso le condizioni cliniche della 76enne erano peggiorate, fino a portarla alla morte, avvenuta domenica pomeriggio. Un altro decesso per l’influenza A in Toscana. E’ morto oggi all’ospedale di Lucca un uomo di 45 anni affetto da una grave patologia neoplastica e colpito dal virus H1N1. Il paziente ricoverato per il tumore è risultato positivo al test dell’influenza A. “Le sue condizioni - spiega una nota dell’ Asl 2 di Lucca - erano apparse subito critiche e il paziente non ha reagito nella maniera sperata alle intense cure a cui e' stato sottoposto”. Una 70enne che soffriva di una malattia polmonare cronica è morta oggi all’ospedale Cardarelli di Campobasso per le complicanze causate dal virus. La paziente, risultata positiva al virus H1N1, era ricoverata nel reparto di rianimazione da circa 10 giorni in gravi condizioni. Al momento del ricovero era affetta da una grave patologia autoimmunitaria. Un decesso anche all’ospedale San Severo, in provincia di Foggia. Una donna 74enne, risultata positiva al virus A/H1N1, e' morta per edema polmonare acuto. La donna era affetta da cardiopatia ipertensiva, diabete e scompenso cardiaco. L’influenza A continua a mietere vittime e la Campania resta la Regione più colpita. Un cittadino albanese di 37 anni è deceduto oggi all’ospedale Monaldi di Napoli. Secondo quanto si apprende da fonti ospedalierie, l’uomo, risultato positivo al virus A/H1N1, aveva subito in passato la sostituzione di una valvola cardiaca e un trapianto di rene. Era diabetico, iperteso e in trattamento con immunosoppressori. Il 37enne era stato trasferito dal Cotugno al reparto di rianimazione del Monaldi lo scorso 6 novembre proprio per i suoi gravi problemi cardiaci. Al momento sono 58 le vittime in Italia dell'influenza A, secondo il bollettino del ministero del Welfare.

Commenta Stampa
di Antonella Losapio
Riproduzione riservata ©