Cronaca / Sanità

Commenta Stampa

Tre i pazienti molto gravi in Campania

Influenza A: sospetto caso un bimbo di 8 mesi


Influenza A: sospetto caso un bimbo di 8 mesi
06/11/2009, 19:11

NAPOLI – Sono attualmente tre i pazienti che versano in gravi condizioni negli ospedali campani con sintomi riconducibili all'influenza A7H1N1; per due di loro i risultati sono positivi, mentre si attendono gli esisti dei test per una bimba di 8 mesi.

Ricoverato in rianimazione dell'ospedale pediatrico Santobono di Napoli un bambino di 10 anni proveniente da Caserta. Il piccolo, già affetto da displasia ossea congenita e con gravi problemi di respirazione, è risultato positivo al virus della 'nuova influenza'. Nell'ospedale resta identico il numero degli altri degenti egualmente positivi al virus ma non gravi: 15 complessivamente, ma da oggi il presidio pediatrico è in emergenza posti letto.

Una bimba di otto mesi, sospetto caso di 'suina', è stata ricoverata nel reparto di rianimazione dell'ospedale Cardarelli, proveniente dal Fatebenefratelli. La piccola era stata portata in ospedale a causa di una febbre molto alta; attualmente è intubata e si attendono i risultati del tampone per verificare l'eventuale positività al virus A7H 1N1.

Restano intanto ancora gravissime le condizioni della 49enne ricoverata nella rianimazione dell'ospedale Moscati di Avellino. La donna da sabato lotta tra la vita e la morte: ha contratto il virus ma ha un quadro clinico compromesso da altre malattie cardiache e respiratorie, dovute all'obesità.

Sul fronte dei ricoveri, dopo quello al Cardarelli di Napoli della 15enne avellinese con problemi respiratori, restano stazionarie e, secondo i sanitari, non gravi le condizioni del 60enne cardiopatico ricoverato ieri sera nel reparto di rianimazione dell'ospedale Moscati di Avellino: 10 anni fa l'uomo era stato anche colpito da ictus.

Commenta Stampa
di Nico Falco
Riproduzione riservata ©