Cronaca / Sanità

Commenta Stampa

Era di Rimini la donna di 43 anni deceduta a causa del virus

Influenza A, undicesima vittima


Influenza A, undicesima vittima
29/10/2009, 21:10

RIMINI- Si aggrava il bilancio delle vittime dell'influenza A in Italia. Nella giornata di oggi, infatti, è stata registrato un altro decesso legato al virus che da diverse settimane ormai crea allarme e preoccupazione tra gli italiani e non solo. L'undicesima vittima accertata nel nostro Paese è una donna di 43 anni residente a Rimini morta ieri nell'ospedale “Infermi” a causa di una grave insufficienza respiratoria. La donna era ricoverata da alcuni giorni nel reparto di rianimazione dove i medici l'hanno tenuta costantemente sotto osservazione, sottoposta alle terapie del caso e a respirazione artificiale. Le condizioni della 43enne erano tuttavia già gravi prima del ricovero, presentando forti fattori di rischio preesistenti che, con molta probabilità, hanno contribuito all'aggravarsi e alla successiva morte della donna.
La Campania al momento è la regione più colpita.
Nel giro di tre giorni quattro persone sono infatti morte a seguito dell'influenza A. Oggi è deceduto un medico di 73 anni all'ospedale Cotugno; e poco prima che si diffondesse la notizia, nello stesso ospedale il virus dell'influenza A ha ucciso un detenuto condannato all'ergastolo. Un altro medico napoletano di 55 anni era morto martedì scorso . E nella giornata di ieri si è registrato il decesso di un pensionato di 65 anni. Nel capoluogo campano il bilancio sale così a cinque vittime.
L’Italia è dunque il paese europeo con il numero maggiore di casi di influenza A. Un primato che il Bel Paese divide con la Spagna dove i casi sono circa 380 per 100 mila abitanti

Commenta Stampa
di Elisa Scarfogliero
Riproduzione riservata ©