Cronaca / Sanità

Commenta Stampa

Il sindaco D’Alessio incontra i vertici dell’Asl

Influenza A, unità di crisi a Pompei


Influenza A, unità di crisi a Pompei
02/11/2009, 15:11

POMPEI - Unità di crisi permanente a Pompei dopo la morte di Emiliana D’Auria, la bambina di 11 anni deceduta all’ospedale Santobono di Napoli. Il sindaco Claudio D’Alessio ha incontrato questa mattina i vertici dell’Asl Napoli 3 Sud per fare il punto della situazione e decidere le misure da adottare a tutela della salute pubblica. Salgono ad otto i morti in Campania e cresce la psicosi. Nella giornata di ieri intanto è stata effettuata l’autopsia sul corpo di Emiliana D’Auria, ma solo tra una settimana i risultati dell’esame autoptico potranno chiarire le ragioni del decesso. Aperto anche un fascicolo d’inchiesta dalla Procura di Napoli, già acquisita la cartella clinica dell’11enne all’ospedale di Scafati dove inizialmente era stata ricoverata. Tra le ipotesi al momento più accreditate, quella che la piccola avesse già problemi cardiaci che, una volta contratto il virus, l’hanno portata alla morte. Emiliana D’Auria potrebbe essere la prima bambina italiana deceduta per il virus H1N1. I genitori della 11enne hanno dichiarato che la loro bambina non aveva problemi di salute. Intanto cresce la paura per tre cuginette di Emiliana che potrebbero aver contratto il virus. Hanno la febbre alta e negli ultimi giorni sono stati a contatto con l’11enne. E’ allarme non soltanto tra Napoli e Provincia, ma in tutta la Regione Campania. L’ospedale Santobono è stato preso d’assalto da genitori preoccupati, nella maggior parte dei casi si tratta di febbre alta dovuta ai malanni stagionali. Il sindaco di Pompei Claudio D’Alessio ha chiarito che in città non c’è pericolo di contagio e che la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado fino a mercoledì è stata disposta solo per controlli e per rassicurare le famiglie prese dal panico dopo la morte dell’11enne. Oggi pomeriggio si sono svolti a Pompei i funerali di Emiliana D’Auria.

Commenta Stampa
di Antonella Losapio
Riproduzione riservata ©