Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

834 casi su 334mila vaccinati; il 10% grave

Influenza suina: il 3 per mille ha reazioni avverse al vaccino


Influenza suina: il 3 per mille ha reazioni avverse al vaccino
20/11/2009, 10:11

Man mano che vengono distribuiti i vaccini per l'influenza suina, comincia a farsi strada l'entità dei numeri. Finora sono state vaccinate 334 mila persone; di questi ben 834 hanno avuto una reazione avversa al vaccino. Nella maggior parte dei casi, si tratta di reazioni di poco conto: febbre alta, nausea, problemi gastro-intestinali. Pochi giorni di cure e tutto dovrebbe risolversi. Ma in una ottantina di casi le reazioni sono state gravi, tanto da obbligare i pazienti ad essere ricoverati in ospedale. Solo nella settimana dall'11 al 17 novembre, i casi gravi sono stati 14.
Per fare un paragone, l'influenza suina ha colpito circa 3 milioni di persone, ma finora è stata mortale per poche decine di persone, e tutte quante avevano patologie respiratorie, cardiache o renali preesistenti, che poi la malattia ha aggravato. Come si vede e come molti esperti avevano preannunciato - ignorati da TV e giornali - il vaccino si sta rivelando più pericoloso della malattia. Ma non c'è da stupirsene, dato che il vaccino è stato prodotto solo per arricchire le case farmaceutiche, ma in tutta fretta e senza adeguate sperimentazioni per mancanza di tempo.
Tanto è vero che si è dovuta fare una campagna stampa basata sul terrore, per spingere la gente a vaccinarsi.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©