Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Ingiurie contro passeggera ebrea, il commento di Marinelli


Ingiurie contro passeggera ebrea, il commento di Marinelli
20/10/2009, 17:10


La notizia di un nuovo presunto episodio di razzismo a Roma è stato accolto con cautela da Vittorio Marinelli, responsabile per il Lazio dell'Italia dei Diritti, che ha affermato di voler attendere gli accertamenti conclusivi del caso.
Il fatto coinvolge una donna e un dipendente della società di trasporto Met.Ro, il quale, secondo una lettera di denuncia inviata a vertici aziendali e istituzioni, avrebbe rivolto commenti offensivi alla vittima che voleva pagare con 50 euro quattro biglietti. La signora sarebbe stata apostrofata come "ebrea piena di soldi" dopo che il bigliettaio, infastidito dal dover corrispondere un resto che non aveva, avrebbe notato al suo polso il bracciale con la stella di David.
"Voglio ricordare - argomenta l'esponente del movimento presieduto da Antonello De Pierro - con un detto autorevole, che la verità risiede nell'individuo, non nella razza o nella religione. Se i fatti riferiti risultassero veri saremmo in presenza, passatemi il termine, di un impiegato deficiente, viste le giuste condanne in tema di repressione degli episodi di razzismo e l'attuale difficoltà di trovare un posto di lavoro a tempo indeterminato".
Da parte sua il dipendente dichiara di essersi comportato educatamente e che, forse, la donna ha frainteso le sue parole. Intanto Met.Ro. annuncia di voler istituire una commissione di inchiesta per accertare i fatti.
"Attendiamo i risvolti della vicenda - ha aggiunto Marinelli -, ma è indubbio che stiano tornando a Roma, come in altre parti del mondo, tribalismi e vecchi fantasmi. Ciò è paradossale in una città come la nostra che, assieme a Venezia, è quella che vanta da più tempo in Europa la presenza di una comunità antica come quella ebraica. La nostra cultura include anche questa presenza millenaria, basti pensare semplicemente alla cucina romana. Spero che l'accaduto sia semplicemente un alterco interno a un servizio pubblico pessimo. Se così non fosse - conclude - auspicherei la risoluzione adottata dal presidente Obama a proposito del caso di qualche tempo fa che ha coinvolto un professore afroamericano, arrestato nella sua abitazione perché scambiato per un ladro. In quel caso si propose una birra riparatrice, nel nostro proporrei una cena a base di carciofi alla giudia".

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©