Cronaca / Giudiziaria

Commenta Stampa

L'ex Pm chiede un ruolo nazionale

Ingroia: "Faro ricorso al Tar per il trasferimento ad Aosta"


Ingroia: 'Faro ricorso al Tar per il trasferimento ad Aosta'
19/04/2013, 18:22

PALERMO - Antonio Ingroia non intende arrendersi: "Ho preso visione della delibera del Csm e ricorrerò al Tar perchè la ritengo illegittima. Non è vero che io posso essere destinato solo ad Aosta perchè solo lì non ero candidato. Infatti, quella procura ricade sotto la competenza del distretto di Corte d'appello di Torino, dove ero candidato. L'unica destinazione possibile sarebbe un ufficio nazionale, come la procura nazionale antimafia o la Corte di Cassazione". Così ha spiegato l'ex Pm, intervistato da due emittenti siciliane. 
Ha poi detto che la sua attività politica va avanti e che alle amministrative Rivoluzione Civile si presenterà a Roma e in altri comuni della Sicilia; mentre contemporaneamente vanno avanti i discorsi di alleanza col Pd. 
Infine è scappata una battuta anche su Silvio Berlusconi. Quando uno degli intervistatori gli ha ricordato di quando i due si sono visti in uno studio televisivo e il Cavaliere ha incrociato i polsi, facendo il gesto delle manette. E Ingroia: "Non ero in servizio, ho perso l'occasione della mia vita".

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©