Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Gli erano stati somministrati cortisone e antibiotici

Iniezione letale per un bambino di 4 anni

E' accaduto a Palma di Montechiaro, provincia di Agrigento

Iniezione letale per un bambino di 4 anni
29/02/2012, 13:02

PALMA DI MONTECHIARO (AGRIGENTO) - Aveva la febbre alta, postumi di una fastidiosa bronchite, ma non si temeva il peggio. A. P. di 4 anni è morto ieri sera in seguito alla somministrazione per via intramuscolare di un farmaco a base di cortisone e di un antibiotico. Il prossimo 12 marzo, il bambino di Palma di Montechiaro, in provincia di Agrigento, avrebbe compiuto 5 anni, era figlio di operatore scolastico e di una casalinga, i due genitori che si stavano occupando di lui e non pensavano minimamente all'eventualità della morte del piccolo. Doveva essere un'iniezione senza alcuna conseguenza, prescritta regolarmente dal pediatra. Il bambino aveva avuto la bronchite e successivamente si era alzata la temperatura.
Secondo la prescrizione medica, i genitori hanno somministrato al bambino una dose di Bentelan e dell'antibiotico. Il bimbo ha cominciato a star male, i suoi genitori stavano per portarlo all'ospedale San Giacomo d'Altopasso di Licata, ma A. P. ha smesso di respirare qualche minuto prima di arrivare in pronto soccorso. La cartella clinica è stata sequestrata e il corpicino del bambino sarà sottoposto tra domani e dopodomani a un'autopsia che stabilirà il motivo del decesso. Intanto il sostituto procuratore della Repubblica di Agrigento Santo Fornasier ha aperto un'inchiesta. Per ora si iniziano solo a formulare delle ipotesi circa la possibilità di uno shock anafilattico avvenuto subito dopo l'iniezione.

Commenta Stampa
di Emanuele De Lucia
Riproduzione riservata ©