Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Per tutto il 2011, per l'anniversario dell'Unità d'Italia

Inno di Mameli in Consiglio a San Donà; la Lega esce dall'aula


Inno di Mameli in Consiglio a San Donà; la Lega esce dall'aula
30/11/2010, 16:11

SAN DONA' DI PIAVE (VENEZIA) - Protesta dei consiglieri leghisti eletti in Consiglio comunale a San Donà di Piave, comune in provincia di Venezia. L'opposizione, con l'appoggio del Pdl, ha approvato una mozione che prevede, nel 2011, che venga suonato l'inno di Mameli all'inizio del Consiglio comunale e subito dopo l'appello, in modo che nessuno possa più uscire fino alla chiusura del Consiglio stesso. In questa maniera si intende commemorare il 150esimo anno dall'unificazione italiana.
Ma l'idea non è piaciuta alla Lega Nord, i cui consiglieri hanno abbandonato l'aula consiliare subito dopo l'approvazione della mozione in questione. Insieme a loro anche il sindaco, Francesca Zaccariotto, che è anche presidente della Provincia di Venezia ed è uno dei principali dirigenti leghisti in Veneto.
Sia ben chiaro, si può apprezzare o meno l'idea di far suonare l'inno; ma resta anomalo il comportamento di un partito che nasce solo per tutelare le ricchezze di chi per 150 anni ha usato il sud del Paese come una colonia e continua a farlo.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©