Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Dovranno pagare una multa e risarcire il ragazzo

Insultarono un gay per strada: condannati due coniugi


Insultarono un gay per strada: condannati due coniugi
02/03/2012, 10:03

PALERMO – Dovranno pagare una multa di 200 euro uno e 1000 euro l’altro e in più dovranno badare alle spese processuali e risarcire i danni subiti dal ragazzo e dall’associazione Arcigay, pagando altre 500 euro. È così che due coniugi sono stati condannati per aver insultato un ragazzo gay. L’episodio risale a due anni fa, quando per strada a Bagheria, vicino Palermo, un marito e una moglie insultarono un ragazzo, apostrofandolo come “frocio”, “mi fai schifo” e schiaffeggiandolo davanti ad altre persone. Al riguardo si aprì un processo nel 2010 davanti al Giudice di Pace, che oggi vede condannati i due coniugi.
“Si tratta di una delle pochissime sentenze in Italia (e l’unica in Sicilia) - spiega l’associazione Arcigay- in cui ad un’associazione per la difesa dei diritti Lgbt viene riconosciuto un risarcimento”. È una sentenza che Arcigay Palermo non esita a definire “storica”: “Questa sentenza dimostra che, malgrado le carenze della legislazione italiana, che non ha ancora una legge anti-omofobia, nei tribunali italiani i cittadini Lgbt possono essere tutelati e difesi”.

Commenta Stampa
di Antonio Formisano
Riproduzione riservata ©