Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Finito in manette uno psichiatra di Cosenza

Intascava tangenti per perizie mediche favorevoli, arrestato


Intascava tangenti per perizie mediche favorevoli, arrestato
10/02/2010, 21:02

COSENZA - Sei un invalido civile e ti serve "un'aggiustatina" nella perizia per ottenere l'accompagnamento? Nessun problema: con qualche spicciolo extra avrai il certificato che ti serve; anche senza giusta causa. E' questo, a quanto emerge dalle indagini della Guardia di Finanza di Cosenza, lo slogan implicito di un noto psichiatra della città calabrese.
L'uomo, tra l'altro, sarebbe stato beccato proprio con le mani nel sacco; nel momento in cui stava intascando una tangente. L'intera vicenda era partita qualche mese prima, con la richiesta disperata di un uomo affetto da una grave patologia.
Dopo che l'Inps aveva rifiutato di concedere l'accompaganemento in prima istanza, il ragazzo disabile si era infatti rivolto al medico 46enne in cerca di un certificato che ne attestasse l'invalidità e che potesse fargli vincere la causa già intentata contro il Giudice del lavoro.
In quel caso, Nigilio, era proprio lo pschiatra incaricato dal tribunale di eseguire la perizia sul giovane. Senza nemmeno far accomondare il richiedente che, data la sua patologia, non poteva infatti salire le scale che portavano allo studio del dottore, quest'ultimo si limitò a "visitarlo" addirittura dal balcone; lasciando chiaramente intendere che con una corposa bustarella la vicenda si sarebbe potuta risolvere.
L'avidità senza scrupoli ha però presto generato nefaste conseguenze per il professionista che, avendo ricevuto la madre del disabile senza poterlo sapere dato che i cognomi dei due erano diversi, ha avanzato nuovamente la proposta di tangente per risolvere la questione con una perizia favorevole. A quel punto, l'avvocato della famiglia, si è deciso a denunciare il dottore alla Guardia di Finanza che, effettuati gli ultimi accertamenti, ha provveduto all'arresto in fragranza di reato.

Commenta Stampa
di Germano Milite
Riproduzione riservata ©