Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Le 2 società accusate di averlo fatto pedinare e sorvegliare

Inter e Telecom condannate a pagare 1 milione a Bobo Vieri


Inter e Telecom condannate a pagare 1 milione a Bobo Vieri
03/09/2012, 16:55

MILANO - L'Inter e la Telecom sono stati condannati a pagare un milione di euro in solido (cioè non conta chi paga e come si dividono la somma, ma devono pagare) all'ex calciatore Cristian "Bobo" Vieri un milione di euro. La somma è dovuta per la vicenda del periodo 2002-2003, quando Vieri venne tenuto sotto sorveglianza da personale della security Telecom di Giuliano Tavaroli per ordine - così hanno deciso i giudici - dei vertici dell'Inter: il presidente Massimo Moratti e il dirigente Giacinto Facchetti (poi morto nel 2006). Questi due chiesero a Marco Tronchetti Provera di seguire il calciatore, noto per l'abitudine di passare serate in discoteche ed altri locali, infrangendo le regole societarie. L'incarico poi venne svolto dall'Ispettore Emanuele Cipriani che riferiva al vice di Tavaroli, Adamo Bove, morto suicida nel 2006 (si lanciò da un cavalcavia della Tangenziale di Napoli). Cipriani venne poi pagato, per i servizi resi, direttamente dall'Inter. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©