Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Riunioni regolari tra boss e "picciotti"

Intercettato boss 'ndrangheta: si scopre che è una organizzazione unitaria


Intercettato boss 'ndrangheta: si scopre che è una organizzazione unitaria
18/05/2010, 11:05

REGGIO CALABRIA - Operazione contro la 'ndrangheta, nel reggino, con l'arresto di due imprenditori che facevano da prestanome al boss della cosca Pelle, una delle più importanti della organizzazione criminale calabrese. Sono stati anche sequestrati beni per oltre 5 milioni di euro, riconducibili al boss, ma continuano le indagini per trovare altri patrimoni. Questa operazione è stata il seguito dell'altra, che il 22 aprile scorso ha portato all'arresto di nove personaggi di spicco del clan Pelle.
L'operazione è stata portata avanti grazie anche al fatto che era stata individuata la casa dove i boss della 'ndrangheta reggina si incontravano regolarmente per discutere i loro affari. Perchè la vera scoperta di questa indagine è che la 'ndrangheta non è solo una confederazione di clan, come finora ipotizzato; ma almeno nel reggino, prevede incontri regolari tra i vertici, con una conduzione verticistica che è affidata per lo più alle cosche Pelle e Morabito, che sono le più potenti. E' una scoperta molto importante, che può influenzare pesantemente tutte le indagini.
Ma è una scoperta che tra poco non sarebbe più possibile fare. Infatti, con la legge sulle intercettazioni che il governo e la maggioranza parlamentare stanno facendo approvare a tutta velocità, i magistrati non avrebbero mai potuto mettere la microspia in quella casa, dato che là dentro non si commettevano reati. E quindi non avrebbero potuto scoprire nè i beni di proprietà della cosca Pelle, nè tutto il resto.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©