Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Intanto si costituisce l'avvocato Colosimo

Interrogatorio Scaglia: "Non conosco nessuno dei coimputati"


Interrogatorio Scaglia: 'Non conosco nessuno dei coimputati'
02/03/2010, 14:03

ROMA - Si è svolto oggi nel carcere romano di Regina Coeli, l'interrogatorio di Silvio Scaglia, fondatore di Fastweb, arrestato nell'ambito dell'inchiesta sul riciclaggio di 2 miliardi di euro, inchiesta che ha visto anche l'arresto di 56 persone. Scaglia ha risposto alle domande del Gip, negando assolutamente il suo coinvolgimento nella vicenda. Ha negato di conoscere il senatore Nicola Di Girolamo o Gennaro Mokbel, mentre per quanto riguarda Carlo Focarelli ha detto che ha forse intrattenuto rapporti con dirigenti di medio livello di Fastweb, ma non con lo stesso Scaglia.
Al termine il legale ha chiesto la liberazione del proprio assistito o in subordine gli arresti domiciliari; il Gip si è riservato di decidere.
Intanto si è costituito alla Procura di Roma, nell'ambito della stessa indagine, l'avvocato Paolo Colosimo, accompagnato dal difensore, avvocato Giosuè Naso. Colosimo è accusato del riciclaggio transnazionale, di essere il punto di unione tra Mokbel e la cosca Arena, appartenente alla 'ndrangheta, oltre al fatto di essersi fatto intestare fittiziamente beni per conto della stessa cosca.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©