Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Interventi notturni , efficace strumento di contrasto al lavoro nero


Interventi notturni , efficace strumento di contrasto al lavoro nero
09/05/2011, 15:05

Gli interventi notturni si stanno venendo a qualificare sempre più come un efficace strumento di contrasto a tutti quei fenomeni di criminalità connessi allo sfruttamento del lavoro, all’occupazione illegale di lavoratori e al rispetto delle condizioni di sicurezza nei luoghi di lavoro.
Gli ispettori del GIS - Gruppo d'Intervento straordinario della Direzione Regionale del Lavoro di Napoli in stretta sinergia con il Comando dei Carabinieri di Napoli e di Salerno , sono stati protagonisti di una mirata attività ispettiva, effettuata nella notte tra il 06 e il 07 maggio 2011 sul territorio della Provincia di Salerno.
In particolare ,il controllo del personale ispettivo operante presso la Direzione Regionale del Lavoro guidata dal dr. Nicola Agosta, si è concentrato su una attività ristorativa ubicata nella zona Agro Nocerino Sarnese.
L'accesso ispettivo è stato effettuato dai funzionari ispettivi e dai sottoufficiali dell’Arma dei Carabinieri, con equilibrio ,compostezza e serenità, isolando il personale posto all'esterno del pubblico esercizio con quello internamente intento ad espletare l'attività rientrante nel ciclo di produzione aziendale ed in maniera tale da non arrecare alcun disagio ed intralcio alla ditta , ai suoi lavoratori ed ai numerosi avventori presenti nell'accorsato pubblico esercizio.
Il risultato della verifica ha portato alla determinazione di numerosi provvedimenti tra cui la sospensione dell’attività imprenditoriale e un’informativa di reato a carico del datore di lavoro, gestore del ristorante, per aver assunto n. 1 lavoratore in trattamento di disoccupazione speciale, n. 1 lavoratrice minorenne e n. 1 lavoratrice extracomunitaria, priva del permesso di soggiorno per motivi connessi al rapporto di lavoro subordinato. Al termine dell’intervento ispettivo I Carabinieri hanno trasferito la lavoratrice in questione alla Stazione di Angri,ove hanno proseguito gli accertamenti al fine d'adottare i previsti provvedimenti di legge.
In tutto, l’attività ispettiva ha portato alla luce l’occupazione in nero di n. 9 lavoratori su un totale di n. 18 lavoratori presenti, n. 2 lavoratori minori , di cui per n. 1 unità lavorativa è stato formalizzato l'allontanamento ed il successivo affidamento alla nonna, recatasi nella sede operativa aziendale , n° 1 lavoratore a nero è risultato beneficiario di trattamento di disoccupazione speciale e una lavoratrice extracomunitaria priva del permesso di soggiorno.
A carico del titolare responsabile dell’esercizio pubblico sono scattate elevate sanzioni amministrative per un importo complessivo di € 86950 , cui sono aggiunte violazioni dovute ad agevolazioni contributive fruite indebitamente in uno ai recuperi contributivi, previdenziali ed assistenziali, premi assicurativi Inail ed Irpef, assommanti a ca. €14400. Inoltre, saranno trasmessi a carico del responsabile della per struttura aziendale rapporti all’A.G. competente.
In sede di controllo sono state accertate, altresì, numerose violazioni di norme in materia di igiene e sicurezza sul lavoro per le quali sono state effettuate notifiche all’A.S.L. competente per territorio.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©