Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Il caso scandaloso del signor Iovino

Invalido, da 40 anni vive in una palazzina fatiscente


.

Invalido, da 40 anni vive in una palazzina fatiscente
23/12/2009, 12:12

NAPOLI - Il signor Francesco Iovino, residente da oltre quarant'anni in via Ignazio Falconieri, nella zona dell'Arenaccia, è affetto da patologie gravissime come insufficienza respiratoria, polmonite cronica e crisi epilettiche, per le quali la Commissione Medica dell'INPS lo ha riconosciuto invalido al 100%. Da più di vent'anni vive confinato in trenta metri quadrati, tra mura umide e cosparse di crepe, attaccato a un respiratore artificiale. Lui e sua moglie, la signora Anna Maria Dattilo, sono gli unici inquilini della palazzina: da più di due anni l'azienda che ha acquistato l'immobile, la Duma Service s.r.l., rifiuta il pagamento dell'affitto e ha sollecitato la coppia ad abbandonare l'edificio ritenuto a rischio di crollo. Ma i coniugi, che attualmente non percepiscono alcun reddito oltre alla pensione di invalidità del signor Iovino, non intendono abbandonare l'appartamento. Sono cadute nel vuoto le ripetute richieste al Comune per l'assegnazione di un alloggio popolare. Unico ad essersi interessato al caso, per il momento, è il vicepresidente del Consiglio regionale della Campania, l'on. Salvatore Ronghi, che, dopo aver accertato di persona lo stato di degrado dell'abitazione, ha richiesto un intervento tempestivo del sindaco Iervolino. "E' evidente - è scritto in una lettera inviata al primo cittadino - che non sono favorevole alle occupazioni delle case, ma ritengo sia necessario un Suo tempestivo intervento in questa drammatica vicenda." "Vi sono questioni - conclude l'on. Ronghi - nelle quali il rapporto fra il popolo e il potere si giudica subito e in questa vicenda il diritto alla casa è il diritto alla vita."

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©