Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Ior, si dimettono il direttore e il suo vice


Ior, si dimettono il direttore e il suo vice
01/07/2013, 20:38

CITTA’ del VATICANO - Il direttore generale Paolo Cipriani e il vicedirettore Massimo Tulli si sono dimessi dal loro incarico nell'Istituto per le Opere di Religione.

 Un mese fa monsignor Nunzio Scarano, il prelato contabile dell'Apsa indagato per riciclaggio e arrestato per corruzione e truffa, era stato sospeso in via cautelativa. Ora le dimissioni dei due manager dell'Istituto rendono evidente ancor meglio la svolta in atto e la volontà di non lasciare zone d'ombra nella gestione delle finanze d'Oltretevere.


All'origine dei cambiamenti nello Ior c'è la ferma volontà di Papa Francesco. Cipriani e Tulli, in accordo con il loro superiore diretto, il neo-presidente dello Ior Ernst von Freyberg, dopo giornate di tensione e di consultazioni, appresa la volontà di Francesco, ora rappresentato direttamente nella banca dal prelato di sua fiducia, hanno preferito mettere a disposizione il loro incarico per favorire il ricambio.

 La commissione cardinalizia che sovrintende all'Istituto ha preso atto della loro decisione, approvandola. Von Freyberg nei giorni scorsi aveva annunciato un'indagine interna a partire dal caso Scarano e aveva incominciato a rendersi conto della situazione e della necessità di un cambiamento radicale. Per aiutarlo nel suo compito, il presidente sarà affiancato da nuovi consulenti, in attesa della nomina dei nuovi manager. 

 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©