Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

L’invito ai Paesi arabi in rivolta: attenetevi all’Islam

Iran, Khamenei attacca Italia, Francia e Usa: “Criminali”


Iran, Khamenei attacca Italia, Francia e Usa: “Criminali”
17/09/2011, 12:09

TEHERAN – “Non abbiate mai fiducia negli Usa, nella Nato e nei regimi criminali come la Gran Bretagna, la Francia e l’Italia, che per tanto tempo si sono spartiti e hanno saccheggiato le vostre terre”. È il nuovo attacco lanciato dalla Guida Suprema dell’Iran, l’ayatollah Ali Khamenei, che oggi a Teheran ha aperto la conferenza sul “Risveglio Islamico”, dedicata alla “Primavera araba”. “Siate sospettosi, non credete ai loro sorrisi. Dietro questi sorrisi e promesse ci sono menzogne e cospirazioni”, ha tuonato Khamenei rivolgendosi ai popoli protagonisti delle rivolte del mondo arabo, ai quali ha rivolto l’augurio di cercare soluzioni solo ed esclusivamente nell’Islam.
Rivolgendosi a circa 500 esperti di studi islamici giunti da 80 Paesi, fra cui quelli dove rivolte e rivoluzioni sono in corso, Khamenei ha detto che occorre vigilare sulla “minacce” che insidiano le vittorie ottenute, e “identificare i nemici” e gli “inganni” che il loro comportamento può nascondere. Secondo Khamenei l’obiettivo ultimo delle rivoluzioni deve essere quello di creare una nuova civiltà islamica, basata su religione, scienza, logica e moralità: il governo iraniano ha espresso sostegno alla maggior parte delle rivolte in corso nel mondo arabo, ad eccezione della sollevazione in corso contro il presidente siriano, Bashar al-Assad, uno dei principali alleati dell’Iran nella regione.

Commenta Stampa
di Antonio Formisano
Riproduzione riservata ©