Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Domenico Savio: "Colpa delle multinazionali e del governo"

Ischia, benzina a 1,703 euro al litro


Ischia, benzina a 1,703 euro al litro
14/04/2011, 15:04

"Ci risiamo. Sull’isola d’Ischia il carburante ritorna a gonfie vele ad essere il più caro d’Italia. Così come riportato dall’indice dei prezzi consultabile sul Sito web prezzi benzina.it, mentre a livello nazionale la benzina verde segna una media di 1,59 euro al litro, nel Comune di Ischia, udite, udite, viene venduta a 1,70 euro al litro, quasi dodici centesimi in più del resto d’Italia: assurdo. Il Diesel, invece, a fronte di una media nazionale di circa 1,50 euro a litro, a Ischia lo si acquista a ben 1,58 euro al litro.  “Innanzitutto, ha commento Domenico Savio, segretario del PCIM-L., è colpa delle multinazionali del petrolio che si arricchiscono sulla pelle della classe lavoratrice ed è anche colpa dei governi italiani dell'ultimo ventennio che hanno proceduto ad una privatizzazione selvaggia dei beni della collettività, compreso il settore energetico, che ha comportato un maggiore costo dell'energia sull'isola d'Ischia, a causa delle spese di trasporto dei carburanti che prima, col controllo dello Stato, non si pagavano'. Ma purtroppo, non è la prima volta e probabilmente non sarà neppure l'ultima, che a Ischia si registra il prezzo della benzina più alto in Italia. Tre anni fa dopo una durissima battaglia politica e sociale portata avanti proprio dal PCIML di Domenico Savio e che costò vergognose minacce di morte al nipotino di appena quattro anni, il costo della benzina sull'isola d'Ischia scese di colpo e si attestò, per la prima e forse unica volta nella storia, quasi sulla media nazionale ma in questi giorni è tornata ad essere più cara persino di dodici centesimi circa. Noi anche a livello giornalistico con PCIML-TV continueremo periodicamente a monitorare i prezzi e se necessario a denunciare l'alto costo del greggio che grava fortemente sulle famiglie isolane. I Sindaci e gli Amministratori comunali facciano la loro parte per far sì che Ischia si scrolli definitivamente di dosso la vergogna del prezzo della benzina più alto in Italia che ci penalizza anche dal punto di vista turistico.". Così Domenico Savio.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©