Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

"Ischia, candidati strumentalizzano diritto alla casa"


'Ischia, candidati strumentalizzano diritto alla casa'
22/02/2010, 16:02


ISCHIA - Nonostante il popolo nell’ultima assemblea svoltasi al Bar Calise di Ischia abbia dato mandato al “Comitato per il Diritto alla casa” di portare avanti, contestualmente alla battaglia contro gli abbattimenti delle case della povera gente, una decisa campagna elettorale di astensione per le prossime elezioni regionali per le quali i partiti di centrodestra e di centrosinistra - partiti responsabili dell’abusivismo edilizio sulla nostra Isola nonché delle demolizioni delle nostre case che in Parlamento non hanno la volontà di bloccare sino ad oggi – stanno già spasmodicamente cercando voti, c’è qualcuno che a Forio e nell’isola d’Ischia va girando per chiedere voti per questo o per quel candidato in nome del Comitato: assurdo! “Già nell’ultima assemblea popolare, ha dichiarato in merito Gennaro Savio, centinaia di cittadini con un’ovazione hanno decretato la posizione astensionista del “Comitato per il diritto alla casa di Ischia e Procida” per le prossime elezioni regionali e se qualche galoppino, così come si vocifera in giro, dovesse essere scoperto a fare campagna elettorale a nome del nostro Comitato per i candidati locali e altri del centrodestra e del centrosinistra, sarà immediatamente querelato. Chiedo a tutti i cittadini dell’isola d’Ischia, ha continuato Savio, di indicarci nome e cognome degli individui che eventualmente dovessero chiedere il voto per qualche candidato a nome del “Comitato per il diritto alla casa” e di testimoniare questa deliberata menzogna. Intanto sono già stati stampati i primi diecimila volantini astensionisti che nei prossimi giorni e per tutto il corso della campagna elettorale saranno distribuiti a tappeto sull’isola d’Ischia. Inoltre, nell’assemblea di domani, assumeremo nuove iniziative di lotta a difesa del diritto alla casa, contro gli abbattimenti delle prime case di necessità e contro la speculazione edilizia affaristica e camorristica. Ormai, denuncia Savio, a Ischia su questo tema scottante e tragico per migliaia di oneste famiglie, si vive un clima tesissimo e questi intollerabili e inaccettabili episodi non aiutano certo a stemperalo, anzi. Ciò che si sta verificando in queste ore, conclude Gennaro Savio, rafforza e giustifica ancora di più la decisione del Comitato di non consentire agli amministratori pubblici, ai componenti delle assemblee elettive e ai dirigenti dei partiti di centrodestra e centrosinistra presenti nelle istituzioni di prendere la parola nelle assemblee e nelle manifestazioni promosse dal Comitato, anche perché i nostri governanti hanno il dovere di chiedere e ottenere dai loro partiti parlamentari e di governo di approvare immediatamente il decreto-legge che modificando il terzo condono edilizio fermi la tragedia degli abbattimenti e la disperazione delle famiglie colpite”.

Commenta Stampa
di Gennaro Savio
Riproduzione riservata ©