Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Organizzato dal Movimento di Lotta per il diritto alla casa

Ischia: cittadini in piazza contro le ruspe


Ischia: cittadini in piazza contro le ruspe
10/07/2010, 13:07

“Il Comitato per il diritto alla casa delle popolazioni di Ischia e Procida” e “Il Movimento di lotta per il diritto alla casa e contro gli abbattimenti” hanno deciso unanimemente di confluire nel nuovo “MOVIMENTO DI LOTTA UNIFICATO PER IL DIRITTO ALLA CASA E AI SERVIZI SOCIALI” per accrescere la loro forza di mobilitazione e di rivendicazione sociale.

Governo e parlamento non hanno voluto ancora garantire alle famiglie lavoratrici il diritto alla casa comunque conquistato, gli abbattimenti sono sospesi unicamente per non disturbare gli interessi estivi delle potenti lobby economiche dell’industria turistica, ma per noi il primo interesse stagionale è la salvezza della nostra prima casa di abitazione e della nostra dignità di uomini sfruttati e maltrattati dal potere dominante. In mancanza di provvedimenti legislativi urgenti le demolizioni riprenderanno alacremente probabilmente sin dai prossimi giorni e proseguiranno per l’intero inverno producendo un fiume di dolore, di lacrime e di incontenibile disperazione di donne, uomini e bambini colpiti dalla violenza inumana e selvaggia dello Stato-padrone.

Famiglie lavoratrici colpite dalla sventura e cittadini dalla coscienza solidale non possiamo aspettare l’autunno per riprendere la lotta, allora daremmo fastidio a nessuno, ma dobbiamo ricominciare subito e far conoscere la scelleratezza di questo potere politico dominante locale, regionale e nazionale di centrodestra e centrosinistra anche ai turisti che qui convergono da ogni parte del mondo, dobbiamo far partecipi della nostra tragedia quante più persone possibile.

La lotta politicamente autonoma, determinata e decisa a ottenere e presto un provvedimento del governo e del parlamento ripartirà immediatamente e andrà avanti senza sosta. In questa battaglia di umanità e di civiltà saranno considerate anche le necessità operative delle piccole attività artigianali familiari legate al cosiddetto “certificato di agibilità” in attesa dell’ottenimento della licenza edilizia in sanatoria.

Il rinato Movimento include nei suoi obiettivi di lotta anche la soluzione dei molteplici ed essenziali problemi sociali, quali le prestazioni sanitarie e ospedaliere, le riabilitazioni, l’assistenza domiciliare per anziani e invalidi, i trasporti, la pulizia, il disinquinamento e quant’altro occorre per vivere dignitosamente la nostra esistenza.

Di tutto questo cominceremo a parlarne nella Conferenza Stampa di presentazione del nascente Movimento di lotta, dove saranno anche annunciate le prime iniziative di mobilitazione e di lotta. Solo con la lotta di classe i lavoratori possono conquistarsi migliori condizioni di vita: la lotta vincente di questi giorni dei terremotati de L’Aquila insegna!

Isola d’Ischia, 9 luglio 2010.

Commenta Stampa
di Gennaro Savio
Riproduzione riservata ©