Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Ischia, mancata verifica statica del leccio di Casalauro -video


.

Ischia, mancata verifica statica del leccio di Casalauro -video
11/11/2013, 14:06

I cittadini di Casalauro non abbassano la guardia a riguardo del leccio secolare presente all’ingresso di via Antonio De Luca. Si tratta di un albero imponente il cui tronco presenta una vistosa inclinazione. Un’inclinazione che preoccupa e non poco residenti e passanti i quali, nel transitare in via De Luca e alzando lo sguardo al cielo, toccano con mano la notevole pendenza di questo albero. Ma non è tutto. Infatti nel tempo le sue possenti radici hanno comportato una grossa fessura nel muretto che costeggia la strada, radici tra l’altro in parte recise ed indebolite nell'estate del 2009 a seguito dei lavori stradali e degli scavi realizzati a pochi centimetri di distanza dal Leccio. La fessura apertasi nel muretto che costeggia il grosso fusto,  rappresenta un elemento di preoccupazione in più per quei cittadini che nei mesi scorsi, a centinaia hanno sottoscritto una petizione in cui chiedevano la perizia statica del leccio. Una perizia che non è stata mai effettuata nonostante a richiederla siano stati anche i Vigili del Fuoco che già nel novembre del 2012, a seguito di un sopralluogo, dichiararono che era necessario, a garanzia della pubblica e privata incolumità, ”idoneo transennamento zona circostante sede stradale interessata dal pericolo, in attesa di idonea potatura della quercia nonché verifica statica della stessa”. Una richiesta simile i Vigili del Fuoco l’hanno ripetuta nell’agosto del 2013 con una nota in cui tra l’altro si parla di “albero di alto fusto fortemente inclinato” e per cui non si può “escludere un ulteriore aggravamento dello stato di conservazione del citato albero”. Dopo una riunione tenutasi presso l’Ufficio Tecnico il 28 agosto scorso, l’unico intervento messo in essere dall’Amministrazione comunale di Ischia è stata un’operazione di potatura del leccio che come ci ha dichiarato Ennio Anastasio, al momento non è stata neppure completata. Infatti dopo l’eliminazione del seccume presente nella chioma e  avvenuta nelle settimane scorse, per la metà del mese di ottobre era previsto un ulteriore abbassamento di tre metri dell’albero, intervento che sino a questo momento ancora non è stato effettuato. Intanto alcuni cittadini di Casalauro visto che la perizia statica non è stata ancora effettuata, hanno inviato un dettagliato documento alla Prefettura  e alla Questura di Napoli in cui si sollecita l’auspicata perizia. Personalmente, come ho fato già in passato, ci tengo a ripetere che sono profondamente addolorato per il fatto che per una questione di sicurezza questo Leccio rischia di essere abbattuto, ma la vita umana, di quella degli uomini, delle donne e dei bambini che a centinaia ogni giorni transitano sotto questo imponente albero, vale molto, ma molto di più di un fusto seppur secolare e assurto di diritto a simbolo di un intero Quartiere. In una ricerca effettuata sui metodi di verifica statica e di controllo della pericolosità degli alberi che in molte città hanno causato morti e feriti, abbiamo appurato ad esempio che dalla fine degli anni '80, a Torino le piante del patrimonio arboreo urbano comunale vengono sottoposte a periodici controlli dello stato di salute, avvalendosi delle tecniche scientificamente più aggiornate, grazie alle quali viene valutata la resistenza del legno e di conseguenza la possibilità di schianto dei soggetti. Visto che il centro cittadino di Ischia è ricco di possenti pini e alberi secolari, non sarebbe il caso di avviarne un’accurata verifica statica? E’una domanda, questa, che giriamo all’Ufficio Tecnico e al sindaco di Ischia Giosi Ferrandino.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©