Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Dopo due mesi di protesta continua

Ispra: firmato il contratto, i precari scendono dal tetto


Ispra: firmato il contratto, i precari scendono dal tetto
21/01/2010, 10:01

ROMA - Ci sono voluti due mesi di protesta, ma i precari dell'Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale (Ispra) ce l'hanno fatta. Infatti ieri i rappresentanti di Cgil, Cisl, Uil, Anpi e Usi-Rdb hanno firmato il contratto al Ministero dell'Ambiente. Questo ha permesso ai precari di rinunciare alla postazione creata in cima all'edificio, dove erano presenti sempre una decina di persone che si davano il cambio e mantenevano un presidio attivo. Un presidio anche abbastanza organizzato, con brandine, tende ecc., sin dal 24 novembre scorso.
L'accordo prevede quindi che i contratti a tempo determinato vengano prolungati fino al 31 dicembre 2010. Soluzione del problema? Manco per sogno, ovviamente. Si tratta solo di rimandare il problema. Perchè l'incertezza dei 200 precari dell'Ispra tornerà a fine 2010, insieme all'incertezza di altri 250 tecnici a cui scadrà il contratto naturalmente a fine 2010. E quindi in quel momento avremo non più 200, ma 450 persone in piazza a protestare perchè si trovano senza contratto nonostante l'elevata esperienza tecnica che hanno fatto.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©