Cronaca / Nera

Commenta Stampa

Era un ufficiale dell'esercito,subito dopo si è sparato

Israele, gli congelano conto in banca: uccide 4 clienti


Israele, gli congelano conto in banca: uccide 4 clienti
20/05/2013, 19:04

Strage durante una rapina in una banca di Beer Sheva, nel sud di Israele. Il bilancio parla di cinque morti. Un uomo, secondo quanto riporta la polizia un ebreo di Beersheva, ha freddato con un colpo alla nuca quattro clienti prima di togliersi la vita. La polizia ha immediatamente circondato la banca tentando di trattare con l'uomo che aveva preso in ostaggio una donna. L'uomo, israeliano di 40 anni, “un ebreo di Beer Sheva”, ha precisato il capo della polizia Yohanan Danino si è però ucciso dopo aver sparato a quattro persone. Nell'istituto di credito era presente anche un complice che è rimasto ferito ed è stato ricoverato in ospedale.

Ad innescare il raptus dell'uomo sarebbe stato il congelamento del suo conto bancario perchè aveva accumulato un debito di 1.200 euro. Dai primi dettagli dell'inchiesta è emerso che l'uomo era un ufficiale della riserva dell'esercito israeliano e che nel 2002 aveva partecipato all'uccisione di due palestinesi che avevano appena compiuto un attentato. Per il suo intervento, ottenne dalle autorità un encomio.

 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©