Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

I risultati noti entro la fine del 2012

Istat: al via il censimento, questa volta anche on line


Istat: al via il censimento, questa volta anche on line
14/09/2011, 08:09

ROMA - Cambia, da quest'anno, la raccolta dei dati sul censimento italiano che avviene come sempre ogni 10 anni. Non ci sarà più la consegna dei moduli e il conseguente ritiro col porta a porta, come è avvenuto fino all'ultima volta. Adesso l'invio sarà fatto per posta; il modulo potrà essere spedito per posta entro il 20 novembre, oppure comincerà il ritiro porta a porta. Ma chi vuole, potrà compilare il modulo anche on line, utilizzando la password che è sulla prima pagina del modulo stesso. Un notevole risparmio di tempo e fatica.
I dati così raccolti verranno pubblicati entro il 31 marzo 2012, per quanto riguarda i dati su province e comuni; mentre i dati complessivi saranno resi noti entro il 31 dicembre 2012. I costi sono di circa 590 milioni di euro, poco meno di 10 euro per abitante; quindi una cibra abbastanza contenuta, tutto sommato.
Tra le novità, sono state inserite domande sull'ambiente, sul tipo di carburante usato per il riscaldamento delle anitazioni e sull'uso di strumenti tecnologici quali l'uso di Internet o di cellulari. La più importante - e discussa - però resta quella che prevede, tra le indicazioni sul tipo di famiglia che vive in un certo appartamento, la possibilità di barrare la casella "Convivente in coppia con l'intestatario", termine che - contrariamente a quanto detto su alcuni giornali - non indica necessariamente una coppia omsessuale.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©