Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Peggio di noi solo Grecia, Romania e Bulgaria

Istat: l'Italia tra gli ultimi per Internet e banda larga

Meno della metà della popolazione ha la connessione veloce

Istat: l'Italia tra gli ultimi per Internet e banda larga
23/12/2010, 11:12

ROMA - L'Ista ha reso noti i dati sulla diffusione dei collegamenti Internet in Italia. Ed è una situazione che ci pone agli ultimi posti in Europa, molto lontano dagli altri Paesi. Meno del 58% della popolazione italiana ha un computer, e solo il 52% ha il collegamento Internet. Ancora di meno (il 43,4%) sono coloro che hanno accesso alla banda larga, per una navigazione in rete più veloce. Peggio di noi fanno solo Grecia, Bulgaria e Romania. E siamo ben lontani dall'Islanda, dove l'accesso alla banda larga è stato inserito tra i diritti costituzionalmente garantiti.
Gli "ambienti" in cui si esercita maggiormente la navigazione sono i social network (45% degli utenti), mentre il 37% usa chat, blog, forum di discussione e simili. Circa uno su quattro usa servizi di istant messaging.
Tra coloro che non usano Internet, il 40% dice di non esserne capace; il 23% dice che non è interessante; il 13% accede ugualmente ad Internet da un altro luogo, il 10% perchè considera constoso comprare un PC e l'8% perchè considera alto il costo del collegamento.
L'unico dato positivo è che l'Italia, insieme alla Grecia, è quella che ha aumentato più degli altri il numero delle persone che nell'ultimo anno ha avuto accesso ad Internet, ma la cosa non deve stupire: quando i dati sono così bassi, è facile salire; per l'Islanda, che è vicina al 100% di persone che accedono con la banda larga, non c'è molto da migliorare.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©