Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Quasi la metà (2,3 milioni) sono al Sud

Istat: poveri in aumento, quasi 5 milioni

Le famiglie che comprano meno

Istat: poveri in aumento, quasi 5 milioni
29/10/2013, 15:13

ROMA  - Secondo quanto rileva l’Istat sono "raddoppiati i poveri” e sono “quasi 5 milioni” a causa della   recessione che ha determinato "gravi conseguenze" sull'intensità del disagio economico: dal 2007 al 2012 il numero di individui in povertà assoluta è raddoppiato da 2,4 a 4,8 milioni. Quasi la metà (2,3 milioni) sono al Sud e di questi poco più di 1 milione sono minori. Aumentano le famiglie che comprano meno: il 65%. Le difficoltà delle famiglie si riflettono anche nella composizione degli acquisti, che ha visto un incremento del peso dei prodotti di qualità e prezzo inferiori rispetto a quello del periodo pre-crisi. Sul fronte dei consumi "con riferimento alle componenti della domanda, negli ultimi due anni il maggiore contributo recessivo proviene dalla contrazione dei consumi delle famiglie, la cui caduta, iniziata nel primo trimestre del 2011, si è accentuata nel corso del 2012 ed è proseguita, con un ritmo solo in parte attenuato, nei primi due trimestri del 2013 (con cali congiunturali dell'ordine dello 0,5 per cento nei primi due trimestri)". Su tale andamento ha influito il protrarsi della discesa del potere d'acquisto delle famiglie consumatrici, che nel secondo trimestre si è ridotto dello 0,7 per cento rispetto al trimestre precedente, portando a una flessione dell'1,7 per cento se confrontato con lo stesso periodo dell'anno precedente"; i dato sono stati diffusi dal   presidente Istat.

Commenta Stampa
di Rosario Scavetta
Riproduzione riservata ©