Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Si concludono sei mesi negativi per il commercio

Istat:calo delle vendite al dettaglio nel mese di giugno

Meno 1,2% rispetto al 2010

Istat:calo delle vendite al dettaglio nel mese di giugno
30/08/2011, 12:08

Rispetto a giugno 2010, l'Istat registra un calo delle vendite al dettaglio: ben - 1,2%.
Rispetto invece al mese di maggio si registra lo 0,2%.
Sussa base annua, l'istituto evidenzia una riduzione dello 0,3% per vendite della grande distribuzione, mentre per quelle delle imprese attive su piccole superfici, si registra una riduzione dell'1,9%.
I prodotti alimentari venduti al dettaglio hanno avuto una variazione nulla, immobili, quindi rispetto al 2010.
Il calo in picchiata delle vendite di giugno è dato non dal settore alimentare. Il settore no food, infatti si attesta a -1,8%.
A subire una sensibile diminuzione sono gli elettrodomestici, radio, tv e registratori con un -5,1%. In ribasso anche il settore dei supporti magnetici, strumenti musicali che troviamo a -4,3%.
Molto male anche i comparti farmaceutici (-3,2%), calzature, articoliu in cuoio e da viaggio (-3,0%).
Botteghe e negozi di quartiere sono quelli che hanno sofferto di più.
L'Istat rivela un calo di tendenza dell' 1,9% per le vendite che lavorano su piccole superfici.
Più contenuta, invece, la contrazione della grande distribuzione: 0,3%. Così si conslude un semestre nero per il commercio al dettaglio.

Commenta Stampa
di Carmen Cadalt
Riproduzione riservata ©