Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Per il BarCamp Roma vince il progetto di Agostino Ingenito

ItaliaCamp e Presidenza del Consiglio dei Ministri, Dieci idee per far ripartire il Paese.


ItaliaCamp e Presidenza del Consiglio dei Ministri, Dieci idee per far ripartire il Paese.
22/11/2010, 17:11

Agostino Ingenito, giornalista e consulente amministrativo, è l’ideatore di Riciclibro, un progetto per garantire, nelle situazioni in cui non vengono utilizzati i libri, il riciclo sistemico di carta con appositi centri di raccolta specializzati sul territorio nazionale al servizio di biblioteche, centri culturali ed enti pubblici dedicati. «Il progetto ha una duplice funzione, garantire una dotazione libraria variegata specie alle biblioteche locali che si caratterizzano per una concreta penuria di testi che sarebbero dunque forniti non solo da enti pubblici mediante richieste di contributo, ma sopratutto dall'enorme dotazione libraria privata nella maggior parte dei casi non più utilizzata o sottoutilizzata», spiega Ingenito, «al tempo stesso, il conferimento dei testi presso i centri di raccolta specializzati potrà consentire la redistribuzione presso biblioteche ed enti culturali locali poco dotati. Riciclibro, dunque, esalta la cultura ambientale del riutilizzo e del riciclo di materiali cartacei». L’idea progetto del giornalista campano è una delle 10 idee vincenti per far ripartire l’Italia attraverso l’innovazione tecnologica. Le ha selezionate lo scorso ottobre, al termine della prima tappa che si è svolta a Roma, l’associazione ItaliaCamp che in collaborazione con la Presidenza del Consiglio dei Ministri ha organizzato il progetto e lanciato il concorso «La tua idea per il Paese». Il processo di raccolta e discussione delle idee si sviluppa attraverso quattro BarCamp a conclusione del quale si riunisce un comitato scientifico che seleziona le 10 idee vincitrici nelle aree d’interesse indicate: scienza e tecnologia, lavoro e imprese, energia e ambiente, cultura e società, economia e finanza, politica e pubblica amministrazione. Il processo di raccolta e discussione delle idee si sviluppa attraverso quattro BarCamp a conclusione del quale si riunisce un comitato scientifico che seleziona le 10 idee vincitrici nelle aree d’interesse indicate: scienza e tecnologia, lavoro e imprese, energia e ambiente, cultura e società, economia e finanza, politica e pubblica amministrazione. Il BarCamp è una metodologia innovativa di confronto che applica nel reale le più innovative logiche della rete. Viene definita come una non-conferenza collaborativa (un-conference) in cui nessuno è spettatore e tutti contribuiscono alla riuscita dell'evento, esponendo la propria idea e ascoltando l’opinione degli altri partecipanti, con la finalità di promuovere e valorizzare le migliori progettualità presentate. C’è chi vuole realizzare piccoli impianti di gassificazione per produrre energia elettrica e calore a bassissimo impatto ambientale utilizzando gli scarti delle biomasse; Andrea D’Avella invece ha pensato a una tecnologia che consente ai pazienti colpiti da ictus e altre malattie neurologiche di eseguire la riabilitazione a distanza in un ambiente virtuale sotto la supervisione di un terapista; qualcun altro invece vorrebbe avvicinare università e mondo del lavoro attraverso l’istituzione di dottorandi di ricerca da svolgere nelle aziende. Un altro concorrente invece propone di abbattere barriere normative, minimizzare i costi e contenere i rischi per la nascita di una Srl che sia davvero alla portata di un giovane con un’idea di successo. L’obiettivo è di far nascere anche in Italia un altro Mark Zuckerberg, il ventiseienne fondatore e proprietario di «Facebook inc» e nel 2008 ritenuto da Forbes «il più giovane miliardario al mondo». Sono solo alcune delle 10 idee vincenti per far ripartire l’Italia attraverso l’innovazione tecnologica. Le ha selezionate lo scorso ottobre, al termine della prima tappa che si è svolta a Roma, l’associazione ItaliaCamp che in collaborazione con la Presidenza del Consiglio dei Ministri ha organizzato il progetto e lanciato il concorso «La tua idea per il Paese». L’iniziativa nasce dall’idea di un gruppo di giovani che ha promosso e coordinato l’organizzazione del LUISS BarCamp 2009, registrando la partecipazione di un alto numero di qualificati esponenti delle istituzioni, dell’università, dell’impresa e della società civile.

Commenta Stampa
di redazione
Riproduzione riservata ©