Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

IV Municipalità, lotta alla prostituzione, multe alle “squillo” ed ai loro clienti


IV Municipalità, lotta alla prostituzione, multe alle “squillo” ed ai loro clienti
05/04/2012, 15:04

Controlli serrati e multe da parte della polizia municipale contro il fenomeno della prostituzione. È l’intesa raggiunta tra la quarta Municipalità di Napoli e l’assessore comunale alla Legalità, Giuseppe Narducci, intervenuto ieri pomeriggio durante il consiglio monotematico nel parlamentino di via Gianturco. Presto, infatti, partiranno le ronde della polizia municipale nel triangolo della prostituzione tra il Centro direzionale, via Ferraris e via Gianturco, dove il mercato del sesso insiste a tutte le ore del giorno e della notte. L’obiettivo sarà multare le lucciole ed i loro clienti con contravvenzioni salate in modo da scoraggiare quello che a Napoli Est sta diventando un fenomeno ormai incontrollabile sotto il profilo dell’ordine pubblico. Soddisfatto dell’esito dell’intesa il presidente della IV Municipalità, Armando Coppola: <<Narducci ha dato la sua disponibilità ad arginare la ferita di Poggioreale, in sostanza anche Napoli avrà la sua ordinanza contro la prostituzione così come avviene in tante altre città che si battono seriamente contro il degrado del mercato del sesso>>. Coppola, alcuni mesi fa, propose provocatoriamente di adottare l’ordinanza del Comune di Altopascio, in provincia di Lucca, dove si chiedeva alle squillo di pagare una tassa sui propri proventi.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©