Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

La ragazza pachistana in un’intervista a ‘La Repubblica’

Jamila: “Sceglierò io chi sposare”


Jamila: “Sceglierò io chi sposare”
19/04/2011, 12:04

“Sceglierò io chi sposare, e sarà un pachistano ma non una persona che non conosco. Adesso però, dopo sto casino voglio avere finalmente la cittadinanza italiana”. Lo ha dichiarato in un’intervista a il quotidiano ‘La Repubblica’ Jamila, la giovane di 19 anni, pachistana costretta dai fratelli a non frequentare più l’istituto professionale di Brescia e tornata ieri a scuola dopo la lettera di denuncia da parte di uno dei suoi professori e l’intervento della questura e dei mediatori sociali. “La lettera ha sollevato un clamore che non mi ha fatto certo piacere - ha detto la giovane- Io non avevo problemi, ero e sono amica di tutte a scuola. Nessuno mi ha mai dato fastidio”. “Può essere che qualcuno abbia detto qualcosa ai miei fratelli. Ma i complimenti li accetto, non sono un problema. E poi - ha proseguito Jamila - a scuola vado quasi sempre accompagnata: o da mia madre o da uno dei miei fratelli. Non vado nemmeno alle feste delle mie compagne. La mia cultura prevede che una donna non esca mai da sola”. “Voglio continuare a studiare -ha raccontato-. Mi piacerebbe diventare stilista. Ma continuerò a crescere seguendo la mia cultura. Non voglio cambiare. Se domani starò in Italia o andrò in Pakistan questo lo deciderò. Adesso però vorrei che finalmente mi dessero la cittadinanza”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©