Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

E' la seconda volta che accade; era successo a Fano

Jesi: tutti medici obiettori, impossibile abortire


Jesi: tutti medici obiettori, impossibile abortire
07/09/2012, 20:42

JESI (ANCONA) - Da oggi se una donna di Jesi deve abortire, non potrà farlo nell'ospedale cittadino: i 10 medici del reparto ginecologia sono tutti obiettiori di coscienza. Lo denuncia la Cgil, facendo presente che la stessa cosa era già accaduta a Fano. L'assessore regionale della Sanità, Almerino Mezzoleni, ha promesso di fare al più presto qualcosa, ma il problema rimane. 
Infatti, per motivi "misteriosi", i ginecologi sono facilitati nella loro carriera nel settore pubblico, se si dichiarano obiettori di coscienza; e hanno anche facilitazioni se passano nel settore privato (anche se poi spesso gli interventi di aborto vengono effettuati nelle cliniche private). Il risultato è che, per trovare un ginecologo che non si dichiara obiettore di coscienza, bisogna essere particolarmente fortunati. In questo aggiungendo sofferenza a sofferenza: una donna che decide di abortire è sottoposta ad una enorme sofferenza e una pressione psicologica difficilmente comprendibile. Aggiungere anche la sofferenza dell'andare di ospedale in oispedale a trovare il ginecologo giusto, non aiuta di sicuro. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©