Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Spaccio, estorsione, rapine, armi:si smantella il sistema

Jolly: sette calabresi in arresto


Jolly: sette calabresi in arresto
19/10/2010, 08:10

REGGIO CALABRIA – Sono sette le persone finite in manette nell'operazione 'Jolly' condotta dalla Polizia di Stato e coordinata dalla Procura della Repubblica di Palmi. I destinatari della misura cautelare sono accusati di spaccio di sostanze stupefacenti, incendi ad autovetture avvenute a Gioia Tauro nel 2009, rapina, ricettazione, furto e detenzione di armi da guerra. Nel corso dell'operazione sono state inoltre eseguite una decina di perquisizioni. Gli arrestati, secondo la ricostruzione, trasportavano grossi quantitativi di cocaina e li spacciavano su tutto il territorio della Piana. E' stato accertato inoltre che gli arrestati sono in possesso di armi, anche da guerra, e alla costante e continua ricerca di fonti illecite di denaro. Tanti i reati commessi per “fare cassa”: dall'estorsione alla rapina fino ai furti ed alla falsificazione dei contrassegni e delle polizze assicurative. Le ordinanze e le perquisizioni sono state eseguite da personale dei Commissariati di Palmi, Gioia Tauro, Taurianova, Cittanova e Polistena, con l'ausilio dei Reparti prevenzione Crimine di Rosarno e Siderno e di unita' cinofile della Questura di Reggio Calabria.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©