Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Kagoshima Napoli, Il gemellaggio dopo lo tsunami


Kagoshima Napoli, Il gemellaggio dopo lo tsunami
03/08/2011, 10:08

Giunge a Napoli dopo il devastante terremoto che ha colpito il Paese del Sol Levante lo scorso 11 marzo la prima delegazione di studenti giapponesi dalla città gemellata di Kagoshima.

Domenica 7 agosto h 18:00 al Circolo Nautico Posillipo (via Posillipo, 5) cocktail in onore della delegazione nipponica. Dopo l'incontro a Capri con il Console Onorario del Giappone a Napoli Avv. Michele Di Gianni, sarà la volta dell’Assessore all'Istruzione Prof. Annamaria Palmieri. Presenti gli studenti protagonisti dello scambio culturale tra due scuole della città giapponese ed il Liceo Umberto I e l’Istituto Mercalli di Napoli, ai quali in ricordo dell’evento sarà consegnata una pochette realizzata da Marinella con il logo della società organizzatrice AEON 1% CLUB. Alle h 20:45 i ragazzi di Kagoshima assisteranno per la prima volta ad una competizione calcistica sugli spalti dello Stadio S. Paolo in occasione della partita Napoli-Siviglia.

Fitto di appuntamenti il soggiorno nel capoluogo campano. In città già dal 5 agosto, i ragazzi hanno visitato il centro storico, gli scavi di Pompei, il Vesuvio e la splendida isola di Capri. In linea con il progetto di scambio culturale, alcuni dei ragazzi giapponesi sono ospiti presso le famiglie degli studenti dei due istituti napoletani, mentre per gli altri sono stati organizzati incontri con gli universitari de l’Orientale. Sabato 6 alcuni membri della delegazione hanno preso parte a un concerto in occasione della XXIV edizione del Festival delle Ville Vesuviane.

Dopo i festeggiamenti per il cinquantenario del gemellaggio tra le due città tenutisi lo scorso anno, la rappresentanza studentesca di Kagoshima giunge questa volta nel capoluogo campano per contraccambiare la visita in Giappone degli studenti napoletani del Liceo Umberto e dell’Istituto Mercalli.

Prevista già per lo scorso marzo ma rinviata a causa del terremoto e dei conseguenti tsunami e crisi nucleare, l’iniziativa è volta non soltanto all’interscambio culturale ma anche allo studio del problema dei rifiuti a Napoli – per il mese di marzo era infatti in programma un sopralluogo al Termovalorizzatore di Acerra.

Il progetto è ideato e organizzato da AEON 1% CLUB, azienda giapponese che dal 1990 promuove scambi culturali tra Nazioni allo scopo di approfondire tematiche di rilevanza mondiale come quella dell'Ambiente.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©