Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Nel suo Paese rischia la lapidazione

Kate, concesso l’asilo politico


Kate, concesso l’asilo politico
07/09/2011, 19:09

ROMA – E’ stato concesso l’asilo politico a Kate Omoregbe, la ragazza nigeriana che aveva chiesto di restare in Italia anche dopo aver scontato una condanna per spaccio di droga per il timore di essere lapidata al ritorno nella propria patria.

A diffondere la notizia è il Garante dei detenuti del Lazio, Angiolo Marroni: “La felice conclusione di questa vicenda - ha dichiarato Marroni - non può farci dimenticare che esiste un problema che riguarda la tutela internazionale degli stranieri detenuti”.

La storia di Kate ha inizio da quando, convertita alla religione cattolica, aveva rifiutato di sposare un uomo più anziano di lei. Decisione, questa che le fu imposta dai genitori.
Kate, era stata trasportata al Cie di Ponte Galeria dopo essere uscita dal carcere di Castrovillari, in Calabria. Nei giorni scorsi, sulla vicenda che la vede protagonista si è sollevata una forte mobilitazione dell'opinione pubblica.

Commenta Stampa
di Rossella Marino
Riproduzione riservata ©