Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Il premier Akhmetov intervistato dal “Corsera”

Kazakhstan: ''Shalabayeva potrebbe tornare in Italia''


Kazakhstan: ''Shalabayeva potrebbe tornare in Italia''
23/07/2013, 11:07

ROMA  -  Il primo ministro kazako, Serik Akhmetov, in un'intervista al Corriere della Sera, ha spiegato che  "dal punto di vista legale, la possibilità  di un ritorno di Alma Shalabayeva e di sua figlia in Italia non si esclude. Per questo la signora deve rivolgersi agli organismi competenti kazaki con la richiesta di consentirle la libera circolazione anche all'estero, dietro cauzione", i premier ha  poi aggiunto che,  "in questo caso alla repubblica del Kazakistan occorreranno garanzie da Roma", cioè , ha precisato, "che in futuro la signora si presenti davanti a un ente di persecuzione penale del Kazakistan qualora ce ne fosse bisogno".  In Kazakistan, ha affermato Akhmetov, "le indagini stanno verificando se" la donna "e' coinvolta in delitti legati a tangenti pagate a ufficiali del servizio di migrazione e di giustizia della regione di Atyrau per fabbricazione illegale e rilascio di passaporti, anche a nome" suo e di sua figlia. Nei confronti della Shalabayeva, ha ricordato, "e' stata temporaneamente adottata la misura di obbligo di dimora: e' completamente libera di circolare per la citta' di Almaty e di comunicare con chi vuole". Per quanto riguarda i rapporti con l'Italia, il premier kazako ha voluto ribadire che il suo Paese "non reputa l'espulsione di un suo cittadino che ha violato il regime di passaporti e visti (e anche il successivo annullamento di questa decisione) motivo valido per un peggioramento dei rapporti bilaterali".

Commenta Stampa
di Rosario Scavetta
Riproduzione riservata ©