Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

funerali di stato a Gaza

L' ultimo omaggio dei Palestinesi a Vittorio Arrigoni

I responsabili senza scampo, due già gli arrestati

L' ultimo omaggio dei Palestinesi a Vittorio Arrigoni
17/04/2011, 20:04

Roma – Domani a Gaza i Palestinesi renderanno omaggio alla salma di Vittorio Arrigoni, il pacifista ucciso nei giorni scorsi da una cellula salafita, con un funerale di Stato. In seguito la salma sarà traslata in Egitto attraverso il valico di Rafah. Questo quanto ufficialmente detto dal ministro degli Esteri di Hamas, Mohammed Awad,, che ha anche preannunciato l’ imminente cattura da parte delle forze di sicurezza, di tutti i responsabili legati alla cattura e all’ omicidio del giovane pacifista Italiano. Il Ministro ha dato conferma dell’ arresto, già avvenuto, di alcuni estremisti sospettati dell’ omicidio, ed ha dichiarato: “ Ci sono ancora alcune persone che hanno legami con l'operazione, qui a Gaza, che saranno arrestati a breve”. Infatti ci conferma anche che sono stati istituiti numerosi posti di blocco, su tutto il territorio per precludere ogni via di fuga al resto dei responsabili del cruento gesto. Ed iniziano anche a venir fuori i primi nomi dei coinvolti, più precisamente si tratterebe di un cittadino Giordano, che secondo il quotidiano israeliano Maariv sarebbe noto negli ambienti salafiti di Gaza come “Abdel Rahman il Giordano” e sembrerebbe essere colui che ha architettato il rapimento di Vittorio Arrigoni.
Inoltre aggiunge il quotidiano che Rahman sarebbe entrato a Gaza dal Sinai, passando per un tunnel del contrabbando e conferma che Hamas ha ora rafforzato i controlli nella zona di frontiera con l'Egitto per impedirgli di lasciare la Striscia. Ancora su Maariv si legge che i servizi di sicurezza di Hamws grazie alla confessione di un Palestinese durante l'inchiesta, Haitem Salfiti, hanno saputo che proprio il “Giordano”, legato al cosiddetto Jihad mondiale è la mente di tutta l’ operazione conclusasi con l’ uccisione dell’ Italiano. Da fonti investigative a Gaza trapelerebbe che sono due, i Palestinesi arrestati che hanno confessato e si tratterebbe di : Farid Bahar e Tamer al-Hasasnah, che sarebbero proprio i killer, ed entrambi vengono descritti come jihadisti salafiti filo Al Qaida, fuoriusciti dal braccio armato di Hamas, ma rimasti in organico nei ranghi ufficiali della 'sicurezza nazionale' di Gaza.
La Signora Egidia Beretta, Madre di Arrigoni fa sapere che la famiglia avrebbe desiderio di evitare il passaggio della salma attraverso Israele, per rispetto alla memoria del figlio e alla sua irriducibile battaglia contro le azioni israeliane nei Territori palestinesi, che in pasato gli causarono non pochi disagi e addirittura periodi di detenzione in carcere.

Commenta Stampa
di Antonio Sarracino
Riproduzione riservata ©