Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Salvini: "Li portino in Tunisia, qui non sbarcano"

La Alan Kurdi si dirige a Lampedusa con 40 naufraghi a bordo


La Alan Kurdi si dirige a Lampedusa con 40 naufraghi a bordo
01/08/2019, 15:16

MAR MEDITERRANEO - Nuova operazione di salvataggio della Alan Kurdi, la nave della Ong tedesca Sea Eye. Ha salvato 40 persone che stavano su un gommone in avaria al largo delle coste libiche. Nel comunicato con cui la Ong ne dà notizia, viene specificato che i migranti non verranno riportati in Libia, dato che quello di Tripoli non è un porto sicuro. la Libia è un Paese in guerra e non offre alcuna tutela ai naufraghi. 

La nave si è quindi diretta a nord, verso l'Italia, dato che Lampedusa è il porto sicuro più vicino. Ma subito è intervenuto il Ministro dell'Interno Matteo Salvini che ha ordinato alla nave di dirigersi verso la Tunisia (non è un porto sicuro, dato che i naufraghi verrebbero immediatamente portati nei campi di concentramento in Libia) annunciando di aver firmato l'ordine che vieta l'accesso della nave nelle acque territoriali italiane. E questo mostrando indifferenza al fatto che sulla nave ci sono due neonati e un bambino piccolo. Che ben difficilmente potranno resistere a lungo su una nave che non ha alcuna cabina che possa proteggere le persone dal sole di agosto. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©