Cronaca / Nera

Commenta Stampa

Il decesso poco prima delle 21 di oggi

La boxe piange Giovanni Parisi, il campione morto in un incidente stradale


La boxe piange Giovanni Parisi, il campione morto in un incidente stradale
25/03/2009, 22:03

E’ morto in un incidente d’auto ‘Flash’, il campione di pugilato che tra la fine degli anni ’80 e l’inizio degli anni ’90 si è conquistato un posto d’onore con quel suo destro rapido e potente che usava per assestare pesanti colpi agli avversari che sfiniva con la sua boxe molto tecnica.

Giovanni Parisi, 42 anni, nato a Vibo Valentia ma da circa trent’anni residente a Voghera, si è schiantato contro un camion mentre era a bordo della sua automobile sulla tangenziale di Voghera. 

Medaglia d’oro olimpica nel 1998, Parisi aveva combattuto 47 incontri e ne aveva vinti 41, di cui 29 per ko. Soltanto cinque le sconfitte, di cui tre per essere finito al tappeto e un pari. Oltre all’oro di Seul, Parisi aveva vinto due titoli mondiali WBO, quello dei leggeri detenuto dal ’92 al ’93, e quello dei superleggeri, tra il ’96 e il ’98. In campo internazionale, Flash nel ’95 aveva combattuto sul ring di Las Vegas contro il messicano Julio Cesar Chavez. "Per me è una perdita dolorosissima - ricorda oggi Franco Falcinelli, presidente della federpugilato e nell'88 commissario tecnico di quell'Italia di cui Parisi fu simbolo olimpico - Ricordo ancora quando, finito il match, Giovanni alzò le braccia al cielo e dedicò la medaglia d'oro alla madre scomparsa da poco".

Commenta Stampa
di Nico Falco
Riproduzione riservata ©