Cronaca / Curiosità

Commenta Stampa

La bufala degli stupratori e del bambino abbandonato


La bufala degli stupratori e del bambino abbandonato
19/04/2012, 10:04

“Se nel vostro quotidiano vi capita di incrociare per strada o in altri luoghi comuni bambini che piangono e vi dicono : "mi sono perso,portatemi a questo indirizzo...!!" Non lo fate, ma andate con il bimbo al comando di polizia o carabinieri perchè è un sistema nuovo che i maniaci o i violenti usano per adescare donne e violentarle. “. Potrebbe essere un consiglio utile, ma è una “bufala”, ovvero una di quelle email che quotidianamente potrebbe arrivare sulla vostra casella di posta. L’email in coda è a firma della signora Cinzia E. Prandini, impiegata presso l’ufficio personale della questura di Milano. Peccato che l'ufficio e la stessa sig.ra Prandini non siano i creatori dell'email.“. Non c’è che dire, siamo di fronte all’ennesima bufala che sta facendo il giro d'Italia. Un po' più di attenzione alle email che vi arrivano e non solo quando siete da sole in strada.

Commenta Stampa
di Fabio Iacolare
Riproduzione riservata ©