Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

La camorra affronta la crisi economica


La camorra affronta la crisi economica
16/04/2012, 10:33

La camorra in tempi di crisi fa lo sconto sul pizzo ai commercianti e agli imprenditori  in difficolta', applicando una riduzione del 30 per cento sulla cosidetta "tassa per la protezione". contemporaneamente, per fare cassa,  tenta di  individuare nuove vittime da taglieggiare, reclutandole tra i professionisti, dalle indagini della squada mobile di caserta,  emergerebbe che i clan hanno mandato i propri emissari nelle anticamere degli studi medici e professionali, in modo da  valutare il loro  volume d'affari, per poi chiedere il pizzo. in pratica gli uomini della cosca passano qualche ora nelle sale d'attesa.   contano il numero dei clienti o dei pazienti. si informano sulle parcelle. in meno  di una settimana individuano il fatturato dello studio su cui,  viene calcolata  la somma da estorcere che va aggiunta  alla possibilità, per gli affiliati, di avere visite mediche  o assistenza gratuita  in cause civili e penali. al momento, nessun professionista ha denunciato  di essere stato avvicinato, almeno non ufficialmente, dagli uomini di camorra ma negli ambienti investigativi garantiscono che il fenomeno è diffuso e che le nuove leve dei clan in cerca di leader, come quello dei casalesi, contano su queste entrate.

Commenta Stampa
di Giulia Varriale
Riproduzione riservata ©