Cronaca / Giudiziaria

Commenta Stampa

"Evidenza mediatica negativa" dicono

La casa editrice della biografia di Salvini chiede i danni al Salone del Libro


La casa editrice della biografia di Salvini chiede i danni al Salone del Libro
06/06/2019, 18:18

TORINO - La casa editrice Altaforte - nota per essere di proprietà di un dirigente di Casapound e per aver pubblicato una biografia del Ministro dell'Interno Matteo Salvini - ha reso noto che intende chiedere un risarcimento danni al Salone del Libro per l'esclusione nell'ultima edizione. Il comunicato recita: "Sca2080 srl, titolare del marchio Altaforte edizioni, comunica di aver dato mandato al proprio legale, Maurizio Paniz, di procedere nei confronti di Salone del Libro srl (gestore della manifestazione 'Salone del Libro' di Torino) con la richiesta di risarcimento dei danni economici, e per la grave lesione all'immagine culturale e commerciale della casa editrice, provocati dalla illegittima decisione di estromettere Altaforte edizioni dalla partecipazione al Salone del Libro 2019, dopo che ne erano stati accettati la domanda di partecipazione ed il pagamento del canone richiesto. La vicenda ha determinato una evidenza mediatica fortemente negativa nei confronti della casa editrice, del suo crescente ruolo nell'ambito dell'editoria non omologata, della sua produzione e degli stessi autori dei libri pubblicati". 

Interessante notare come per la Altaforte non abbia una "evidenza mediatica negativa" la sua contiguità con Casapound. E come abbiano indicato un ex parlamentare di Forza Italia come avvocato, uno dei più strenui difensori delle leggi ad personam varate dal governo Berlusconi. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©