Cronaca / Curiosità

Commenta Stampa

"Per evitare pellegrinaggi di nostalgici nazisti", dicono

La casa natale di Hitler trasformata in un commissariato di Polizia


La casa natale di Hitler trasformata in un commissariato di Polizia
20/11/2019, 09:22

BRAUNAU AM INN (AUSTRIA) - La casa natale di Adolf Hitler, quella dove ha vissuto fino alla morte del padre, verrà trasformata in un commissariato di Polizia. Lo ha annunciato il Ministero dell'Interno austriaco, specificando che lo scopo è evitare pellegrinaggi di nostalgici del nazismo. Infatti in Austria è reato penale qualsiasi forma di rievocazione del nazismo, pellegrinaggi e saluti a braccio teso inclusi. 

L'edificio si trova a Braunau am Inn, a pochi chilometri dal confine tedesco. Qui Hitler visse i primi anni della sua vita, tra l'amore della madre, la continua violenza del padre (impiegato pubblico di giorno e ubriacone violento la sera a casa) e una salute malferma che lo costrinse a saltare due anni di scuola. Finchè una sera il padre, mentre era alla solita osteria ad ubriacarsi, sentì un violento dolore all'addome e cadde a terra. Il medico potè solo riscontrarne il decesso. A quel punto la madre di Hitler vendette la casa e si trasferì a Linz. La casa poi è passata di mano in mano, finchè il governo austriaco non decise di espropriarla. La battaglia legale è stata lunga e solo nel 2017 lo Stato ha potuto averne la proprietà, pagando oltre 800 mila euro. 

Adesso verrà pubblicato un bando per un progetto di ristrutturazione e per trasformarla in una stazione di Polizia. E a quel punto diventerà off limits per ogni nostalgico.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©