Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Sentenza completamente opposta a quella di pochi giorni fa

La Cassazione fa dietrofront: espulsione ai clandestini con figli


La Cassazione fa dietrofront: espulsione ai clandestini con figli
11/03/2010, 15:03

ROMA - Sono bastate poche settimane alla Corte di Cassazione per cambiare completamente idea su un fatto importante: nel caso dei figli minorenni di un extracomunitario senza permesso di soggiorno, cosa bisogna fare? Poche settimane fa, esaminando il ricorso di un cittadino extracomunitario, avevano stabilito che la legge sull'immigrazione era "riduttiva in quanto orientata alla sola salvaguardia delle esigenze del minore, omettendone l'inquadramento sistematico nel complessivo impianto normativo"; per questo aveva consentito al genitore di poter restare in Italia.
Ora invece, investito di un caso simile, la Corte ha stabilito che ai clandestini è concesso di restare in Italia per periodi determinati solo a fronte di gravi emergenze che, per la loro stessa natura, non hanno quella stabilità che invece si crea nel caso di un normale tran tran dello studente che va a scuola tutti i giorni.
Un ragionamento che fa venire spontanea una domanda: allora che facciamo? Mettiamo i bambini in quei lager che sono i Cpt? O li mandiamo in Libia, dove provvederanno a mandarli con i genitori in mezzo al deserto a morire di sete?

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©