Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

La sentenza nel respingere ricorso di abitante del Burkina

La Cassazione introduce i permessi di soggiorno triennali


La Cassazione introduce i permessi di soggiorno triennali
25/03/2011, 09:03

ROMA - Tra l'assoluta assenza di tutele per chi scappa dalla guerra e coloro che hanno diritto allo status di rifugiato politico, ci deve essere una qualche gradualità; per esempio, secondo le regole internazionali, concedendo dei permessi di soggiorno triennali. E' quanto asserisce la Corte di Cassazione in una sentenza che ha respinto la richiesta di un cittadino del Burkina Faso di ricevere lo status di rifugiato politico.
L'uomo era scappato dal suo Paese in quanto coinvolto nell'elezione del capovillaggio dalla parte sbagliata. Se fosse rimasto, avrebbe rischiato la vita e quindi era scappato. Ma la Cassazione ha stabilito che questa non è una situazione di guerra, nè qualcosa di assimilabile. Tuttavia non lo si può neanche rimandare a casa, sarebbe la fine. Allora, fa presente la Corte, le norme internazionali permettono di trovare soluzioni intermedie, come appunto i permessi di sogfgiorno a lungo termine, che consentano alla persona che si trova in questo limbo di poter cercare lavoro in Italia senza dover temere da un momento all'altro di finire in prigione.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©