Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

La Cgil Caserta ricorda il sacrificio di Jerry Masslo


La Cgil Caserta ricorda il sacrificio di Jerry Masslo
25/08/2012, 14:05

A ventitre anni dalla morte di Jerry Masslo, la Cgil di Caserta ha ricordato l'immigrato sudafricano ucciso il 25 agosto 1989 a Villa Literno, in seguito ad un'aggressione a scopo di rapina, con una visita sulla sua tomba, nel cimitero della cittadina del Casertano. Presenti il sindaco di Villa Literno, Nicola Tamburrino, la segretaria generale della Cgil di Caserta, Camilla Bernabei, il presidente dell'associazione Jerry Masslo, Renato Natale, l'ex segretario generale della Camera del lavoro di Caserta, Pasquale Iorio e gli esponenti di varie associazioni territoriali impegnate sul fronte dell'immigrazione. La Cgil, insieme alla Flai Cgil, ha rilanciato l’impegno del sindacato per la valorizzazione e l'incentivazione della dignità del lavoro nel settore agricolo, con particolare attenzione ai braccianti del terzo e del quarto mondo, e per riaffermare le ragioni della lotta portata avanti dal sindacato in tutta Italia contro il lavoro nero e il caporalato. L'impegno del sindacato sarà ulteriormente confermato con la seconda edizione del “Premio Nazionale Jerry Masslo” che si terrà a Villa Literno, ad ottobre,  con una serie di iniziative, dibattiti e incontri che si svolgeranno in molteplici località della provincia di Caserta e alle quali parteciperanno membri delle istituzioni, braccianti, sindacalisti, associazioni di volontariato, magistrati impegnati nella lotta alla criminalità organizzata, legali, scrittori, giornalisti e scuole.  

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©