Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

La Corte Costituzionale boccia la legge Gelmini


La Corte Costituzionale boccia la legge Gelmini
03/07/2009, 13:07

La Corte Costituzionale ha dichiarato incostituzionale la legge Gelmini, nella parte in cui decide il ridimensionamento del numero delle scuole. Infatti, secondo la sentenza, questo è qualcosa che tocca alle Regioni, costituzionalmente deputate allo scopo, e non al governo centrale di Roma. Appresa la notizia, il Ministro dell'Istruzione Maria Stella Gelmini è apparsa tranquilla, affermando che la sentenza tocca punti marginali della legge, ma che il nucleo rimane.
E proprio oggi, infatti, è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale (per la serie "ma guarda che combinazione", ndr) il DPR 81/09, che dà attuazione alle norme della Gelmini. Naturalmente bisognerà verificare quali parti del decreto cadono, con questa sentenza, ma sicuramente ci sarà il solito bailamme e le solite confusioni.
E comunque serve a poco: una volta che sono stati tagliati 8 miliardi in tre anni e 160 mila tra insegnanti e personale ATA dalle scuole, non è che ci potranno essere molte alternative al chiuderle.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©